L'Archivio dell'Opera di Duilio Cambellotti


Fin dalla morte di Duilio Cambellotti, suo figlio Lucio si è occupato della conservazione e del riordino di tutto il materiale esistente nel suo studio, come d’altra parte aveva sempre fatto collaborando con il padre ancora in vita. Benché con modi non scientifici, Lucio è stato la gelosa vestale dell’immenso corpus di lavori lascati da Cambellotti, che – ad esclusione di alcune vendite, della donazione al Mart di Rovereto di parte della documentazione personale dell’artista e l’affidamento di circa 400 pezzi al Comune di Latina per ivi allestire un Museo dedicato all’artista (purtroppo ancora in attesa di una completa e definitiva sistemazione) – è rimasto sostanzialmente integro. A partire dal 1998 Marco Cambellotti, figlio di Adriano (l’altro figlio di Duilio), ha affiancato Lucio nella gestione dell’archivio – denominato Archivio dell’Opera di Duilio Cambellotti – repertoriando tutto il materiale presente, schedando ed attribuendo un numero d’ordine ad ogni pezzo e registrando tutti i dati su un data base informatico, includendovi anche opere non in possesso dell'Archivio. Alla morte di Lucio Cambellotti la gestione dell’Archivio è rimasta al solo nipote Marco. Oggi l’Archivio dell’Opera di Duilio Cambellotti, a seguito di una collaborazione più che ventennale che ha portato alla realizzazione di ben tre importanti mostre monografiche in poco più di un decennio, è gestito in collaborazione e accordo dagli eredi Cambellotti insieme alla Galleria Russo, una delle galleria più antiche di Roma che da sempre dedica particolare attenzione ai maggiore esponenti del '900 storico italiano. Lo scopo dell’Archivio è stato e continua ad essere quello di promuovere la conoscenza dell’opera di Duilio Cambellotti, favorendo e organizzando mostre pubbliche e private, sostenendo pubblicazioni di materiali e collaborando con istituzioni pubbliche e private di tutto il mondo per tutelare il patrimonio artistico dell’artista. Un apprezzato video sulla vita e l’opera di Duilio Cambellotti (Autodidatta. Duilio Cambellotti racconta se stesso, regia di Lucilla Salimei) è stato prodotto dall’Archivio nel 2005 al fine di promuoverne la conoscenza anche in ambito didattico. L’Archivio dell’Opera di Duilio Cambellotti – che svolge una continua ricerca volta ad acquisire nuovi pezzi e materiali documentari e d’archivio per ampliare la propria collezione – è costituito da circa 4.000 pezzi di vario genere e comprende sculture, gessi, bronzi, ceramiche, modelli in cera, maschere e scenografie teatrali, vetrate, tempere e un ricco corpus di disegni, schizzi, bozzetti, modelli di scenografie e illustrazioni che coprono, anche cronologicamente, pressoché la totale attività dell’artista. Fra le sillogi più note conservate presso l’Archivio si ricordano l’elegante serie di tempere dedicate a Le Mille e una Notte, le illustrazioni per il Sillabario ed altre pubblicazioni per le Scuole per i contadini, le illustrazioni per I fioretti di San Francesco, la serie delle Leggende Romane. Buona parte delle opere è stata incorniciata nel corso degli anni per una migliore conservazione e presentazione. Molte opere sono state restaurate, in particolare i bellissimi grandi cartoni per vetrate. Numeroso è, inoltre, il materiale documentario conservato e in continuo ampliamento: fotografie professionali delle opere, fotografie storiche, fotografie private di Duilio Cambellotti al lavoro e di famiglia, un’importante collezione di pubblicazioni riguardanti l’artista e la sua opera (saggi, cataloghi di mostre personali e collettive, articoli, tesi di laurea, etc.). L’Archivio dell’Opera di Duilio Cambellotti è a disposizione di studiosi e collezionisti che necessitino di un controllo sulle opere di Duilio Cambellotti già archiviate o desiderino far archiviare le opere dell’artista in proprio possesso ed è il punto di riferimento per i ricercatori e gli storici che vogliano studiare ed approfondire l’opera del maestro.

Comitato scientifico dell'Archivio Marco Cambellotti, Alessandro Cambellotti, Daniela Fonti, Fabrizio Russo, Francesco Tetro

Coordinamento dell'Archivio Sara La Rosa


GALLERIA RUSSO, ROMA
Via Alibert, 20, 00187 Roma
tel. +39 066789949
fax. +39 0669920692
info@duiliocambellotti.it
http://www.galleriarusso.it/